+ Responder Tema
Página 2 de 5 PrimerPrimer 12345 ÚltimoÚltimo
Resultados 16 al 30 de 65

Tema: Notizie dall'Italia

  1. #16
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Il 28% degli italiani dice sì alla liberalizzazione del cannabis
    Da Adnkronos - Martedi' 19 dicembre 2006


    Bruxelles, 18 dic.- (Adnkronos/Aki) - Il 28% degli italiani è favorevole alla liberalizzazione del consumo personale di Cannabis in Europa. È quanto rivela Eurobarometro, in base ad un sondaggio compiuto nei Venticinque tra settembre e ottobre scorsi. Quanto all'insieme dei cittadini Ue, si legge ancora nel rapporto diffuso a Bruxelles, solo il 26% di essi pensa che il consumo personale di Cannabis debba essere legalizzato nei Venticinque, mentre il 68% è contrario. Ad opporsi alla legalizzazione, si sottolinea nel rapporto, sono anche i giovani europei: ha detto 'nò il 57% tra coloro hanno un'età compresa tra i 15 e i 24 anni. Le opinioni dei cittadini Ue divergono tuttavia in modo sostanziale a seconda delle latitudini degli intervistati. In Finlandia, ad esempio, solo l'8% della popolazione è per la legalizzazione mentre in Olanda, dove il consumo personale è già permesso, circa metà della popolazione, il 48%, pensa che la Cannabis dovrebbe poter essere fumata liberamente nell'insieme del "Vecchio Continente".

    Allora.. avanti con le torce!
    Imágenes Adjuntadas


  2. #17
    Fecha de Ingreso
    18 Mar, 04
    Ubicación
    NEVERLAND
    Mensajes
    1,574
    Gracias
    0
    16 gracias recibidas en 14 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    1 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Hola Stro,
    bel babbo natale ti se scelto......avevano ragione le mamme
    cuando parlavano di cattive compagnie!

    Abbiamo iniziato una campagna promozionale nei siti Italiani
    relazionati all' anti proibizionismo ( non solo!).

    Se sei interessato a fare qualcosa come in Portogallo, etc.
    Prima cosa dovresti associarti (25€ annuali)
    Dopodicche' devi essere disposto a stare connettato ogni giorno,
    almeno inizialmente, e moderare il quarto.

    Se veramente sei disposto possiamo parlarne alla panda.
    Da parte mia sai gia' che ti darei una mano, pero e' una responsabilita'
    costante, il problema di aprire nuovi temi e' que il piu' delle volte
    si perdono nel dimenticatoio, per mancanza degli stessi "organizzatori".

    Suerte! HdB
    C:\Users\usuario\Pictures\a51_logo.gif

  3. #18
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Ciao HdB,
    da piccolo la mamma mi diceva sempre: "se fai il cattivo Babbo Natale ti porta il carbone!"
    adesso che sono grande, magari mi regala un po' di quel CARBONE marrone,
    pero' quello per adulti, quello che io e te sappiamo...

    - Abbiamo iniziato una campagna promozionale nei siti Italiani
    relazionati all' anti proibizionismo ( non solo!). -

    A chi ti riferisci con "noi abbiamo", il CC?

    Io sono disponibile ad aiutare ed a collaborare senza problemi,
    sopratutto contro la grande ingiustizia del nostro secolo, "la prohibicion"
    pero' como tutti purtroppo devo andare al lavoro la costancia "diaria" per me e' difficile.
    Io direi che se ci fossero almeno 3 o 4 moderatori/collaboratori in Italiano,
    si puo' fare a turni e mettersi d'accordo senza essere connettato ogni giorno,
    credo che si ha bisogno di qualche altro collaboratore italiano, non importa se in Spagna o In Italia:
    se ne potrebbe parlare in priv volendo...

    Con il tuo permesso, possiamo seguire in questo hilo posteando notizie sul cannabis dall'Italia

    Buona serata
    Última edición por Strombato; 20/12/2006 a las 19:51 PM


  4. #19
    Fecha de Ingreso
    18 Mar, 04
    Ubicación
    NEVERLAND
    Mensajes
    1,574
    Gracias
    0
    16 gracias recibidas en 14 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    1 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Cita Iniciado por Strombato Ver Mensaje
    Ciao HdB,
    - Abbiamo iniziato una campagna promozionale nei siti Italiani
    relazionati all' anti proibizionismo ( non solo!). -

    A chi ti riferisci con "noi abbiamo", il CC?

    Si el C.C. la settimana scorsa ha inviato mails a tutta Europa


    Io sono disponibile ad aiutare ed a collaborare senza problemi,
    sopratutto contro la grande ingiustizia del nostro secolo, "la prohibicion"
    pero' como tutti purtroppo devo andare al lavoro la costancia "diaria" per me e' difficile.
    Io direi che se ci fossero almeno 3 o 4 moderatori/collaboratori in Italiano,
    si puo' fare a turni e mettersi d'accordo senza essere connettato ogni giorno,
    credo che si ha bisogno di qualche altro collaboratore italiano, non importa se in Spagna o In Italia:
    se ne potrebbe parlare in priv volendo...


    Puoi mettere un tema nuovo chiedendo collaborazione agli Italiani del foro


    Con il tuo permesso, possiamo seguire in questo hilo posteando notizie sul cannabis dall'Italia

    Chiaro che si!
    Anzi ti prego di continuare ad aiutarmi.

    Buona serata

    BUONE FESTE A TE E A TUTTI I FORERI DEL C.C.
    C:\Users\usuario\Pictures\a51_logo.gif

  5. #20
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    - Fiumi pieni di droghe-

    Da Panorama , di Luca Sciortino - 14 dicembre 2006

    Nei corsi d'acqua è possibile stimare il consumo di cocaina, cannabis, ecstasy, eroina e altro


    Stimare il consumo delle droghe più comuni analizzando campioni di scarichi urbani. Questa possibilità è ora più vicina grazie a uno studio pubblicato sulla rivista americana Analytical Chemistry e firmato da ricercatori (Ettore Zuccato, Sara Castiglione e Roberto Fanelli) del dipartimento ambiente e salute all'Istituto Mario Negri di Milano.

    Residui di droghe illecite e di alcuni dei loro metaboliti principali sono infatti espulsi con le urine dall'organismo dei consumatori e possono raggiungere gli scarichi urbani attraverso le acque fognarie.
    L'anno scorso i ricercatori avevano individuato nelle acque del Po, con uno spettrometro di massa, tracce di cocaina e del suo metabolita umano, la benzoilecgonina.
    Avevano concluso che il fiume conteneva circa 40 mila dosi giornaliere in un'area popolata da 5 milioni di persone, un valore molto più alto di quanto ufficialmente stimato.

    Adesso, con questo nuovo studio, gli esperti hanno perfezionato il metodo fino a essere in grado di valutare la concentrazione non solo di cocaina, ma anche di altri tipi di droghe e loro metaboliti: anfetamina, ecstasy, morfina, eroina e cannabis.
    Hanno anche analizzato campioni in entrata nei depuratori di Milano e Lugano, rivelando tracce consistenti di queste sostanze. «Si apre così la strada a un metodo per stimare i consumi di tutte le droghe usate. In un futuro molto vicino saremo in grado di farlo» dice Sara Castiglione, una delle ricercatrici che ha partecipato allo studio.

    Sarebbe un risultato importante perché gli indicatori statistici basati su dati sanitari o giudiziari possono rivelarsi non del tutto affidabili nel valutare il fenomeno su scala regionale.

  6. #21
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    DROGA: GASPARRI di A.N., DOPO BOCCIATURA SENATO: TURCO RITIRI DECRETO Fonte: Ansa

    VIA PROPOSTA SCELERATA, A QUANDO LE DIMISSIONI DEL MINISTRO?

    ROMA, 29 Novembre 2006 - ''A quando le dimissioni del ministro Turco? Il suo assurdo decreto, che facilita la circolazione della droga e ne incoraggia il consumo, ha incassato il parere negativo della commissione Sanita' del Senato, con i voti anche di molti esponenti dell'Unione. Il decreto va ritirato subito''. E' la richiesta di Maurizio Gasparri dell'esecutivo di An dopo la bocciatura del decreto del ministro Turco in commissione sanita' al Senato. ''Il raddoppio delle quantita' di cannabis - prosegue Gasparri - che possono essere detenute per uso personale comporterebbe solo una maggiore circolazione di droga e sarebbe l'anticamera per la legalizzazione definitiva della stessa. Dopo il voto in commissione, il ministro della Salute ha il dovere, soprattutto morale, di ritirare la sua proposta scellerata''

    p.s. Gasparri tu si che sei uno scellerato...
    Última edición por Strombato; 24/12/2006 a las 15:39 PM


  7. #22
    Fecha de Ingreso
    18 Mar, 04
    Ubicación
    NEVERLAND
    Mensajes
    1,574
    Gracias
    0
    16 gracias recibidas en 14 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    1 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Siamo la vergogna d'Europa!
    ...Insieme al resto dell'asse MittelEuropea (Francia,Germania,etc.)

    Non ho parole!
    C:\Users\usuario\Pictures\a51_logo.gif

  8. #23
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Nei campi la marijuana batte il mais



    dal Corriere della Sera


    La produzione è illegale, ma negli ultimi 25 anni si è decuplicata. La California in testa
    Nei campi la marijuana batte il mais
    Usa, è la coltivazione più redditizia: fatturato di 35 miliardi di dollari

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTE WASHINGTON - La produzione della marijuana è illegale negli Stati Uniti, ma si è decuplicata negli ultimi 25 anni, e il suo fatturato oggi supera quelli di mais, soia e fieno, i principali prodotti agricoli americani. Nel 2005 ha raggiunto i 35 miliardi di dollari, e nel 2006 continuerà ad aumentare. Il massimo produttore di marijuana negli Usa - oltre un terzo del totale - è la California, il cui fatturato ha sfiorato l' anno scorso i 13 miliardi di dollari, più di quelli dell' uva, delle verdure e del fieno, di cui il Golden State («Stato d' oro») ha il primato. Lo ha rivelato una ricerca diretta da Jon Gettman, noto studioso di droghe pesanti. «Nonostante i suoi sforzi - ha dichiarato - l' antidroga non riesce a stroncare la coltivazione della cannabis, che anzi si diffonde sempre più nel nostro Paese». Gettman è un sostenitore della legalizzazione della marijuana, che vorrebbe venisse equiparata all' alcol e al tabacco; i suoi dati hanno traumatizzato Washington. Lo studioso rileva che nell' ultimo quarto di secolo l' importazione della canapa è diminuita «perché le bande dei narcotrafficanti hanno scoperto che conviene produrla da noi». Gettman sottolinea come da dieci anni l' impiego terapeutico della cannabis sia legale in California, e di recente lo sia diventato anche in alcune contee di altri Stati. «È nell' interesse dei cittadini che la produzione e lo smercio della marijuana siano messi sotto il controllo del governo federale», conclude. «Lo Stato potrebbe tassarli, traendone enormi benefici finanziari. Anche la medicina se ne avvantaggerebbe». Le radici del primato californiano sono culturali e risalgono al movimento degli hippies negli anni Sessanta, quando San Francisco divenne la capitale americana della cannabis. Nei suoi pressi, nel nord dello Stato, si formò il «Triangolo smeraldo», l' area a più fitta coltivazione di marijuana del Paese: le contee di Humboldt, Mendocino e Trinity. Ma oggi, dichiara Tommy Lanier, un agente della Guardia forestale che lavora con la Dea, l' antidroga, si è sviluppata un' area a coltivazione ancora più intensiva a sud: le contee di San Diego, Orange e Riverside. Al 90% produzione e smercio sono nelle mani di bande messicane. «Troviamo campi con 20-30 mila piante - spiega Lanier - in località quasi inaccessibili, nascoste nelle foreste, difficili da individuare dall' alto». Altri Stati ad elevata produzione di marijuana sono le Hawaii, il Kentucky e il Tennessee. Ma le statistiche riguardano solo le coltivazioni all' aperto, non quelle in vaso, negli appartamenti o nei cortili, anche delle grandi città. «L' aspetto domestico del fenomeno - spiega Lanier - ci sfugge, ma non è secondario. Le perquisizioni nelle case private sono però molto rare: il principale obiettivo rimane la cattura dei narcotrafficanti». In California, l' attività della Dea è ostacolata dai regolamenti sanitari. Dal ' 97, quando su iniziativa di 1.500 medici fu indetto il referendum sull' impiego terapeutico della cannabis, approvato a grande maggioranza, i tribunali si concentrano sulle bande ed esitano a condannare i singoli. La derubricazione della marijuana dall' elenco delle droghe pesanti è stata caldeggiata da leader politici e culturali come George Soros e il Nobel per l' economia Milton Friedman, scomparso di recente. Ma l' amministrazione Bush è nettamente contraria, e il possesso ingiustificato di droga costituisce tuttora un serio reato, passibile di multa e carcere in tutti i 50 Stati, California compresa. Da quarant' anni, tuttavia, i giovani fumano spinelli per lo più impunemente. Nel ' 92, i due candidati democratici alla presidenza e vicepresidenza degli Stati Uniti, Bill Clinton e Al Gore, furono interpellati in merito. Le risposte divennero famose. «Sì, la fumai», ammise francamente Gore. «La fumai ma non la inalai», ribattè ambiguamente Clinton


  9. #24
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    [SIZE="5"] Prove di criminalizzazione - L'Encod in Belgio [/SIZE
    di Marina Impallomeni - dicembre 2006

    Fermati gli autori di una azione dimostrativa antiproibizionista ad Anversa (Antwerpen),
    la polizia belga sequestra il computer della rete Encod.



    Sono stati fermati dalla polizia e trattenuti per quattro ore in caserma i militanti antiproibizionisti autori di un evento dimostrativo tenutosi lo scorso 12 dicembre nel Giardino botanico di Anversa per sollecitare ?una regolamentazione definitiva della produzione di cannabis in Belgio?.
    L?iniziativa era stata organizzata da Draw Up Your Plant (Trekt Uw Plant), una associazione locale di consumatori di canapa che fa capo alla rete europea Encod. La manifestazione rientra nella più ampia campagna europea ?Freedom to Farm?, che ha per obiettivo il riconoscimento del diritto alla coltivazione di canapa per uso personale.

    L?iniziativa del 12 dicembre prevedeva la creazione di una piccola piantagione di cannabis con una singola piantina per ciascun militante. Secondo la legge belga, infatti, è tollerato il possesso personale fino a tre grammi di cannabis, oppure il possesso di una singola pianta femmina.

    ?Creando una piantagione collettiva ? recita un comunicato stampa degli organizzatori ? Draw Up Your Plant intende risolvere il problema di molte persone che non sono in grado di coltivare [la canapa] da sole o hanno altri motivi per non coltivare una pianta in casa?. Tra gli obiettivi dichiarati vi è anche quello di contrastare il mercato nero della cannabis.

    Nel luglio scorso la manifestazione aveva avuto un primo momento pubblico. In quella occasione era stata infatti seminata nel Giardino botanico una pianta, dalla quale gli attivisti hanno poi ricavato le talee con cui realizzare la piantagione. Tra questi vi è il parlamentare belga Stijn Bex, il cui partito (Spirit) fa parte della coalizione di governo.
    Terminata la dimostrazione pubblica, era previsto il trasporto della ?piantagione? in un luogo definitivo, ma durante il trasporto è intervenuta la polizia che ha confiscato le piantine e fermato il gruppo di militanti tra cui Joep Oomen, coordinatore di Encod. La polizia ha anche confiscato i loro telefoni cellulari e il computer di Encod, contenente indirizzi di posta elettronica ed altre informazioni sensibili.

    Última edición por Strombato; 27/12/2006 a las 20:38 PM

  10. #25
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Il ministro Ferrero: "l'attuale legge e' un fallimento!"



    Da Notiziario Aduc -

    Il ministro: "Verso i consumatori bisogna avere un approccio che punta alla cura e alla riabilitazione, alla riduzione del danno e soprattutto alla prevenzione e informazione".

    "Sono qui nel rispetto del lavoro di don Gallo davanti al quale bisogna togliersi il cappello. Siamo in una fase in cui e' bene avere una discussione approfondita su come superare l'attuale legislazione che non funziona. Le politiche di centrodestra non hanno portato alcun risultato se non il raddoppio dei consumi di coca e cannabis". A parlare e' il ministro della solidarieta' Paolo Ferrero, a Genova a margine del convegno "Informare non punire" organizzato dalla comunita' S. Benedetto al Porto.

    "Il bilancio -dice Ferrero- la dice lunga sul fallimento, questa e' un'occasione per riflettere". Verso la liberalizzazione delle droghe? chiede un giornalista. "Nessuno l'ha proposta, penso sia sbagliato usare questi termini. Quello che noi chiediamo e' la decriminalizzazione dei consumi, non mettere cioe' in galera coloro che si fanno una canna o si bucano. Penso che sia sbagliato mettere in carcere la gente che consuma, bisogna invece avere la mano dura contro lo spaccio a partire dalla lotta al narcotraffico".

    Aggiunge il ministro: "Verso i consumatori bisogna avere un approccio che punta alla cura e alla riabilitazione, alla riduzione del danno e soprattutto alla prevenzione e informazione allo scopo di evitare l'uso di sostanze stupefacenti. Non serve ne' il carcere ne' l'idea delle sanzioni amministrative, ma prevenzione e cure". "Nessuno dice che drogarsi e' un diritto ma il fatto che uno possa drogarsi non deve diventare motivo per cui si finisce in galera e in un circuito dal quale non si esce piu'" .

    "Opinione rispettabile quella della Comunita' di San Patrignano quando parla di ghettizzazione facendo riferimento all'uso di metadone. La critica vuol dire che i servizi pubblici italiani fanno un lavoro sbagliato ma io non la penso cosi'" A parlare e' il ministro che replica alle critiche sollevate da San Patrignano sulla composizione della Consulta sulle droghe. "La politica che abbiamo proposto comprende la riduzione del danno, quella dei quattro pilastri adottata in tutta l'Europa da qualsiasi governo di qualunque colore. La droga si contrasta con la prevenzione, la cura, la riabilitazione, la riduzione del danno e la lotta al narcotraffico. La riduzione del danno penso che vada fatta".
    Ferrero riconosce comunque il lavoro delle Comunita': "un tossicodipendente in comunita' ha una possibilita' ed io non nego assolutamente che il lavoro nelle comunita' sia positivo. C'e' pero' anche il tossicodipendente che ritiene di non dover andarci o che ha fallito e quindi opta per una cura di mantenimento con il metadone o altre forme. Io penso che si tratta di una politica da sperimentare e quindi non lo considero un fatto negativo". E precisa: "la Consulta del governo di centrodestra era cosi' sbilanciata al punto che tante associazioni non aderirono cosi' come alla Conferenza delle droghe di Palermo, palesemente finta, ci fu addirittura una controconferenza. Giudico quindi un successo che in questa Consulta siano rappresentate tutte le esperienze di questo Paese, da San Patrignano ad altre insieme agli operatori pubblici. Sono tutti insieme anche sul piano politico, nessuno escluso. Considero questo un successo. Alla prima riunione della Consulta c'erano tutti e nessuno ha detto che qualcuno era rimasto fuori. Penso che questo sia un successo".

    'Dispiace che il ministro Ferrero continui a dire cose false sull'attivita' del dipartimento Antidroga al tempo del governo Berlusconi. La Consulta nominata da quel governo non era affatto sbilanciata perche' in essa siedevano i rappresentanti di associazioni di ogni orientamento politico, comprese quelle ferocemente critiche con il centrodestra'. E' quanto dichiara Carlo Giovanardi (Udc). 'E' vero invece -aggiunge- che le associazioni legate alla sinistra, benche' invitate e caldamente sollecitate, disertarono la Conferenza nazionale di Palermo che si e' svolta sotto l'alto patrocinio del Capo dello Stato: gesto di maleducazione istituzionale e di livore ideologico pregiudiziale che certamente non imiteremo quando si celebrera' la prossima Conferenza'.


  11. #26
    Fecha de Ingreso
    05 Jan, 07
    Mensajes
    12
    Gracias
    0
    0 gracias recibidas en 0 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Unhappy Re: Notizie dall'Italia

    saluti dall' italia
    dove la legge ci strozza e ghettizza

  12. #27
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Ciao Carto e benvenuto al cannabiscafe'!

    Purtroppo lo stato poliziale di repressione del cannabis ed i suoi consumatori in Italia e' tale da intimorire molti potenziali coltivatori ed attivisti anti-proibizione,
    almeno qua in Spagna, anche se e' sempre illegale, le autorita' sono un po' piu' tranquille e "permissimiste"

    quando vuoi puoi posteare qua qualsiasi cosa in italiano,
    un saluto!


  13. #28
    Fecha de Ingreso
    05 Jan, 07
    Mensajes
    12
    Gracias
    0
    0 gracias recibidas en 0 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    ciao strombato
    grazie del benvenuto
    non sono molto pratico questo e il mio primo forum e me lo sono scelto anche fuori dai confini naz.
    ma mi rendero' utile tenendomi aggiornato

  14. #29
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    posso dirti che questo forum e' senza dubbio il migliore in Spagna, ed uno dei migliori a livello internazionale,
    tra l'altro con 25? all'anno si puo' diventare socio del CC ed aiutare l'associazione AICC ( assoc. internautas del cannabis cafe') nella lotta anti-proibizione ed al mantenimento del sito.

    Non so se hai bisogno di aiuto in spagnolo
    se vuoi questo ti potra' aiutare con le traduzioni:

    http://babelfish.altavista.com/babelfish/tr

  15. #30
    Fecha de Ingreso
    25 Oct, 06
    Ubicación
    Afrikanische Inseln
    Mensajes
    687
    Gracias
    0
    6 gracias recibidas en 6 Posts
    Mencionado
    0 Mensaje(s)
    Etiquetado
    0 Tema(s)
    Citado
    0 Mensaje(s)

    Re: Notizie dall'Italia

    Corleone al Governo: calendarizzare depenalizzazione consumo

    Da Notiziario Aduc - 7 gennaio 2007


    Franco Corleone, ex sottosegretario alla Giustizia e presidente del 'Forum droghe', ha invitato oggi il governo 'a rispettare gli impegni' e quindi 'ad accantonare l' attuale normativa Fini-Giovanardi introducendo la depenalizzazione completa e chiara del consumo di tutte le sostanze'.
    L' iniziativa di Udine, ha spiegato, sara' ripetuta in altre citta' italiane tra cui Venezia, Bologna, Torino, Genova e Firenze e si concludera' a Roma presso la sala stampa della Camera dei Deputati il 23 gennaio 'allo scopo di chiedere l' inserimento, nel calendario dei lavori del Governo, della discussione sulla proposta di legge Boato'.

    'L' attuale normativa non fa distinzioni tra consumo e spaccio e considera le droghe tutte uguali. Superarla e' indispensabile non solo per evitare criminalizzazioni indiscriminate ma anche per dare respiro al sistema penale, carcerario e della giustizia. Basti pensare che gia' prima dell' indulto quando ancora non era in vigore la Fini-Giovanardi, 25mila carcerati su 62mila scontavano pene per la violazione della legge sulle droghe o reati connessi' e con l' attuale normativa 'queste percentuali sono destinate a crescere'.

    'Il Forum droghe chiedera' anche un incontro con l' assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Ezio Beltrame, per portare avanti una iniziativa politica insieme ad altre Regioni e sollecitare il Governo'.



+ Responder Tema
Página 2 de 5 PrimerPrimer 12345 ÚltimoÚltimo

Usuarios Etiquetados

Permisos de Publicación

  • No puedes crear nuevos temas
  • No puedes responder temas
  • No puedes subir archivos adjuntos
  • No puedes editar tus mensajes